Loumy Cosmoparis Cosmoparis Loumy Loumy Cosmoparis Cosmoparis Loumy Cosmoparis Cosmoparis Cosmoparis Cosmoparis Loumy Loumy Loumy

Loumy Cosmoparis Cosmoparis Loumy Loumy Cosmoparis Cosmoparis Loumy Cosmoparis Cosmoparis Cosmoparis Cosmoparis Loumy Loumy Loumy Loumy Cosmoparis Cosmoparis Loumy Loumy Cosmoparis Cosmoparis Loumy Cosmoparis Cosmoparis Cosmoparis Cosmoparis Loumy Loumy Loumy Loumy Cosmoparis Cosmoparis Loumy Loumy Cosmoparis Cosmoparis Loumy Cosmoparis Cosmoparis Cosmoparis Cosmoparis Loumy Loumy Loumy Loumy Cosmoparis Cosmoparis Loumy Loumy Cosmoparis Cosmoparis Loumy Cosmoparis Cosmoparis Cosmoparis Cosmoparis Loumy Loumy Loumy Loumy Cosmoparis Cosmoparis Loumy Loumy Cosmoparis Cosmoparis Loumy Cosmoparis Cosmoparis Cosmoparis Cosmoparis Loumy Loumy Loumy Loumy Cosmoparis Cosmoparis Loumy Loumy Cosmoparis Cosmoparis Loumy Cosmoparis Cosmoparis Cosmoparis Cosmoparis Loumy Loumy Loumy
Tipo Sandali e scarpe aperte
Ref. 178184
Stagione Primavera/Estate
Larghezza Standard
Paese di fabbricazione Brasile
Costruzione Saldato
Numero di riferimento 38
Colore Nero
Altezza del plateau 3 cm
Altezza del tacco 13 cm
Fodera Cuoio
Top / Tomaia Cuoio
Soletta Cuoio
Suola Cuoio

Stazione Meteorologica

 

La stazione meteorologica di Latronico è la stazione meteorologica di riferimento per il servizio meteorologico dell'Aeronautica Militare e per l'Organizzazione Mondiale della Meteorologia, relativa alla località di Latronico e alla corrispondente area dell'Appennino meridionale.
Già nella metà dell'Ottocento, il clima della località era monitorato grazie alle rilevazioni effettuate da Gaetano Arcieri, studioso di Latronico.

 

 Loumy Cosmoparis Cosmoparis Loumy Loumy Cosmoparis Cosmoparis Loumy Cosmoparis Cosmoparis Cosmoparis Cosmoparis Loumy Loumy  Loumy Cosmoparis Cosmoparis Loumy Loumy Cosmoparis Cosmoparis Loumy Cosmoparis Cosmoparis Cosmoparis Cosmoparis Loumy Loumy Loumy Cosmoparis Cosmoparis Loumy Loumy Cosmoparis Cosmoparis Loumy Cosmoparis Cosmoparis Cosmoparis Cosmoparis Loumy Loumy  

 

Il 1 novembre 1940 iniziò l'attività la stazione meteorologica, ubicata sul tetto di un edificio che si affaccia su una piccola piazza nella parte più alta del centro storico, denominata Castello. Il 20 dicembre 1953 la stazione fu spostata sul tetto di un altro edificio, situato a pochi metri di distanza dal precedente, senza compromettere pertanto l'omogeneità dei dati della serie storica.

 

 

 

Fino al 1945 le osservazioni meteorologiche e la rilevazione dei dati venivano effettuate dal viceparroco della Parrocchia di Sant'Egidio, per poi passare fino al 1987 ad impiegati civili del Ministero della Difesa e, da allora, direttamente agli ufficiali dell'Aeronautica Militare.

Nel 1998 l'osservatorio meteorologico venne dotato anche di una stazione automatica DCP, in affiancamento alla stazione meteorologica tradizionale, per facilitare anche la raccolta e la trasmissione dei dati utili all'assistenza alla navigazione aerea, funzione da sempre svolta dall'osservatorio assieme allo studio e al monitoraggio del clima che caratterizza la corrispondente area appenninica.

 

 

Nella tabella sotto è possibile consultare i dati metereologici relativi al territorio di Latronico.

 

Joomla SEF URLs by Artio
Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti leggi la nostra Cookie Policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. leggi Cookie Policy Scarpe Personalizzate All In Star Guerra Artigianali scarpe Soldati Converse